Come scegliere le giuste cuffie: gli accorgimenti da considerare assolutamente

Oggigiorno, quando si acquistano un paio di cuffie, le persone discutono sullo stile che desiderano (in-ear, on-ear, over-ear) se devono essere cablate o wireless (o anche totalmente wireless) e se optare per tali funzionalità extra come cancellazione attiva del rumore per attutire il rumore ambientale. Oh, e poi c’è il prezzo. Tutti hanno un budget.

Se hai ristretto la tua scelta, vi consigliamo di consultare anche questa guida sulle cuffie da scegliere, ma se sei ancora disperso nel labirinto, ecco alcune informazioni che, si spera, ti aiuteranno a guidarti nella giusta direzione.

Formati

Le distinzioni delle cuffie portatili e domestiche si sono sciolte, ma il seguente elenco di tipi di cuffie chiarirà le tue opzioni di acquisto. Come intendi utilizzare le tue cuffie (per la musica, l’home theater o i giochi) e dove intendi fare il tuo ascolto (a casa o in viaggio) ridurrà la gamma di possibili di tipi che vorrai ricercare:

– Cuffie in-ear

Le cuffie in-ear, conosciute anche sotto il nome di “auricolari”, vanno dai modelli economici che sono inclusi con lo smartphone a modelli ad alte prestazioni che offrono prestazioni paragonabili ai modelli a grandezza naturale, ovvero le cuffie. I loro minuscoli auricolari poggiano sull’orecchio esterno o devono essere inseriti nel condotto uditivo, e alcuni modelli, in particolare quelli sportivi, includono ali o pinne per una vestibilità più personalizzata e sicura.

– Cuffie on-ear

Queste cuffie poggiano sulle orecchie esterne e vanno dalla gamma economica ai modelli domestici di fascia alta. Mentre le cuffie on-ear coprono le orecchie, alcuni preferiscono modelli circumaurali completamente sigillati (vedi sotto) per il loro maggiore isolamento acustico e il fatto che non trasmetteranno suoni ai vicini. Tuttavia, le cuffie on-ear sono preferite in luoghi come gli uffici, dove gli utenti traggono ancora beneficio dall’ascoltare il mondo esterno.

– Cuffie over-ear

La nome scientifico per questo tipo di cuffie è “circumaurali”, che include qualsiasi cuffia con padiglioni che racchiudano completamente le orecchie. A causa delle loro dimensioni e del loro isolamento acustico, le cuffie full-size sono spesso considerate più adatte all’uso domestico piuttosto che come opzione portatile, ma la recente popolarità delle cuffie Beats a cancellazione di rumore a grandezza naturale sta mettendo in discussione la regola.

Caratteristiche funzionali

La dimensione, il tipo e la tecnologia di un paio di cuffie sono fondamentali per una decisione d’acquisto. Ma è importante demistificare lo spirito delle funzionalità e il vocabolario specifico per le cuffie. Di seguito sono elencate le funzionalità più importanti che è necessario prendere in considerazione prima di trovare il paio di cuffie perfette.

– Bassi: anche al suo meglio, i bassi per le cuffie non sono mai il tipo di esperienza da capogiro, da calzino-a-pancia che senti letteralmente da altoparlanti o subwoofer di grandi dimensioni, ma molti produttori personalizzano il loro “suono caratteristico” per enfatizzare le frequenze più basse, anche sacrificando la separazione degli strumenti e della naturalezza.

Gli auricolari sono piccoli e portatili, ma – eccetto per un paio di modelli di fascia alta – non possono competere con le cuffie full-size, sia per la risposta dei bassi profondi che della gamma dinamica viscerale.

– Chiuse o aperte: i modelli a isolamento acustico a schermo schiuso – isolano acusticamente le tue orecchie dall’ambiente. Naturalmente, il grado di isolamento varia da un paio di cuffie a un altro, e il sigillo limita la fuoriuscita del suono delle cuffie nella stanza.

I modelli sigillati sono ideali per l’ascolto privato, in cui non si desidera che il suono venga ascoltato da altre persone. Le cuffie aperte, come i modelli di padiglioni auricolari in schiuma e molti modelli sportivi, sono acusticamente trasparenti e consentono al suono esterno di essere ascoltato dal portatore di cuffie, e una buona parte del suono delle cuffie sarà udibile a chiunque si trovi vicino all’ascoltatore.

In generale, queste cuffie producono un suono migliore, più “aperto” rispetto ai design sigillati. Poiché non escludono tutto dal mondo esterno, le cuffie con apertura all’indietro sono consigliate per attività all’aperto, come il jogging, che richiedono consapevolezza del proprio ambiente.

– Comfort e peso: valutare la qualità del suono è sempre un esercizio soggettivo, ma l’unico modo per giudicare il comfort è quello di metterli su e ascoltare per almeno 10 minuti.

I padiglioni esercitano troppa pressione sulle orecchie? Le cuffie che chiudono o coprono le orecchie possono diventare fastidiosamente calde, ma dovrai provarle per un po’. Alcuni dei modelli più grandi sigillati con morbidi rilievi in similpelle sono i peggiori trasgressori.

– Comodità e lunghezza del cavo: la maggior parte delle cuffie stereo ha solo un cavo, solitamente collegato all’auricolare sinistro (a volte chiamato cablaggio a un lato). Alcuni modelli – e tutti gli auricolari – utilizzano un cavo a Y che si collega a entrambi gli auricolari (a doppia faccia). La spina del cavo effettiva, nel frattempo, è in genere uno dei due modelli: una spina I-line o una spina L angolata; quest’ultimo può essere utile se il lettore ha un jack per cuffie montato sul lato o sul fondo.

Le preferenze per la lunghezza dei cavi delle cuffie variano per gli utenti portatili, in particolare a seconda di dove preferisci indossare il tuo dispositivo: uno zaino o una tasca per i pantaloni richiede un cavo più lungo, mentre ne preferisci uno corto quando le indossi al collo o quando utilizzi una fascia da braccio. Ma una lunghezza del cavo non deve essere necessariamente un difetto fatale: i cavi aggiuntivi possono allungare quelli troppo corti e gli avvolgicavi possono stringere quelli troppo lunghi.