Come scegliere il giusto estrattore di succo: guida all’acquisto

Per scegliere il giusto estrattore di succo, tra i tanti reperibili in commercio, occorre una buona dose di valutazione che tenga debitamente conto delle seguenti caratteristiche:

  1. Motore
  2. Capacità Estrattiva
  3. Manutenzione e Pulizia
  4. Design e Assistenza
  5. Prezzo

Un primo parametro da valutare rappresenta la qualità e la quantità di succo estratto grazie al funzionamento del motore dell’estrattore di succo. I migliori estrattori di succo a freddo che devono essere presi in considerazione in commercio sono quelli che montano motori ad induzione che raggiungono i 60-80 giri/min.

Grazie a questa velocità di lavorazione, è possibile raggiungere il miglior rendimento e rapporto resa/bontà del succo: la velocità bassa è quella altamente consigliata per evitare l’ossidazione del succo e per garantire la buona conservazione del prodotto (fino a 48 ore).

Lavorando a 60 giri al minuto, la coclea dell’estrattore a succo provoca meno surriscaldamento del motore e assorbe meno ossigeno, riducendo il rischio di ossidazione della bevanda.

Inoltre, i motori che sono montati sugli estrattori di succo che lavorano a 60 giri/min, consentono agli enzimi di non “bruciare” intorno ai 50 gradi: infatti, questa temperatura non viene mai raggiunta dagli estrattori di succo, denominati “a freddo“.

I succhi di frutta/verdura sono estratti ad una temperatura di circa 18-20 gradi; inoltre, i motori che girano a 60 giri/min sono molto meno costosi e si usurano meno facilmente.

Se i consumatori, nel processo di acquisto di un estrattore di succo a freddo, valutano soprattutto e quasi esclusivamente quando i numeri di giri, occorre valutare anche altre caratteristiche che non devono essere assolutamente trascurate.

La robustezza dei materiali è un altro rilevante parametro da valutare: Ultem, Policarbonato, materiale acrilico, Bisfenolo sono tutti materiali che vengono utilizzati dalle case produttrici di estrattori. Per un’ottima resa del piccolo elettrodomestico, l’Ultem e il Tritan sono sicuramente i migliori; il Bisfenolo è sicuramente il peggiore in quanto nocivo per la salute.

Altro parametro da valutare nel processo di acquisto di un estrattore di succo riguarda la tipologia di coclea che viene montata: coclea orizzontale singola, a doppio albero o a coclea verticale? Sicuramente, quelli a doppio albero sono i migliori presenti in commercio, lavorano a tre step e consentono di ottenere un succo di elevatissimo pregio qualitativo e quantitativo.

Altri fattori da non trascurare sono: la pulizia e la corretta manutenzione dell’estrattore, la presenza sul territorio di centri assistenza del brand produttore, l’assistenza alla clientela, la reputation del marchio e il prezzo.