Che dieta utilizzare per rimettersi in forma dopo le feste?

Con l’epifania (che tutte le feste porta via) è arrivato il momento di rimettersi a dieta. Si sa, mangiare in modo sano durante le feste di Natale è praticamente impossibile e chiunque ha preso qualche chiletto in più che sarebbe meglio non avere.

Per questo, è arrivato il momento di tornare a mangiar bene, non necessariamente facendo una dieta drastica ma seguendo un’alimentazione bilanciata. Ci sono diverse scuole di pensiero infatti, potrete scegliere tra una lista di diete molto ampia che propone questo sito, quella più adatta alle vostre esigenze. Però, queste varie diete, sono accomunate da alcuni punti chiave che sono necessari per una dieta salutare.

Innanzitutto è sempre importante ridurre il consumo di grassi e zuccheri e aumentare invece il consumo di frutta, verdura, cereali integrali, pesce, carni bianche, uova e formaggio di capra. Per sostituire gli alimenti più dannosi, ci sono valide alternative: ad esempio il burro e la margarina possono essere sostituiti dall’olio d’oliva che fa abbassare il colesterolo nel sangue; il miele può sostituire lo zucchero; al posto delle carni rosse è meglio consumare carni bianche; il pesce andrebbe mangiato almeno 3 volte a settimana e preferibilmente pesce fresco e non surgelato; bere un bicchiere di vino rosso al giorno per prevenire molte malattie cardiovascolari oltre al diabete e all’osteoporosi.

Alla base di una dieta salutare vi è anche l’acqua poiché favorisce i processi di digestione e regola la temperatura corporea. È grazie all’acqua che il corpo riesce a ricevere numerosi nutrienti di cui ha bisogno.
Scegliere una dieta bilanciata come questa è positivo sia per la salute che per il palato. È adatta per perdere peso poiché è equilibrata e con poche calorie ma è anche ottima per chi vuole combattere l’obesità e l’invecchiamento cellulare.
L’ideale sarebbe iniziare questa dieta dopo le feste e assumerla come stile di vita salutare in quanto ricca di vitamina C ed E che hanno proprietà molto antiossidanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *